Cnn: Iran dietro attacco al petrolio dell’Arabia Saudita

Secondo l’emittente americana Cnn, che cita fonti investigative, l’attacco all’Arabia Saudita di sabato 14 settembre sarebbe partito da una base iraniana al confine con l’Iraq. L’Iran sarebbe quindi direttamente coinvolto. Gli ordigni avrebbero sorvolato lo spazio aereo del Kuwait e poi avrebbero colpito gli impianti petroliferi sauditi. Molto probabilmente, ancora secondo le fonti investigative statunitensi, sarebbe stato impiegato un missile cruise. Il presidente americano Donald Trump ha detto di credere che ci sia l’Iran dietro l’attacco ma non sembra propenso a una risposta dura verso gli iraniani. Il segretario di Stato Pompeo aveva già puntato il dito contro Teheran, che invece aveva respinto le accuse. Le informazioni quindi smentirebbero le dichiarazioni dei ribelli Houthi e la precedente ipotesi secondo cui l’attacco sarebbe stato lanciato dallo Yemen. Riad lunedì aveva detto che l’evidenza bastava a dimostrare l’impiego di armi iraniane, nonostante l’indagine fosse ancora nella fase preliminare.