Seleziona Pagina

San Francisco: no al riconoscimento facciale

San Francisco è la prima grande città degli Stati Uniti a bandire l’uso della tecnologia che prevede il riconoscimento facciale ad uso della polizia e delle altre agenzie pubbliche del governo. Una vittoria per i cittadini, che è più di natura simbolica. Il riconoscimento facciale è uno strumento usato in molti luoghi degli Stati Uniti e anche nello stesso aeroporto di San Francisco. Molte altre città americane potrebbero seguirne l’esempio. Esiste un uso giusto di questa tecnologia? L’opinione dell’esperto in materia di sicurezza e di intelligence del Washington Post. Secondo molti esperti, è una tecnologia poco costosa e semplice da adottare e soprattutto fondamentale per garantire la sicurezza. Il dibattito dunque prosegue tra chi considera un bene pubblico la tutela dei cittadini e chi invece si pone a difesa della privacy. Aaron Peskin, eletto al Congresso, ha sostenuto il provvedimento. Intervistato dal New York Times, ha detto che è un peso psicologico troppo oneroso da sopportare per i cittadini sapere di essere osservati in ogni momento, anche nella sfera privata. La sua opinione si aggiunge a quella di chi ritiene si possa vivere in una società sicura senza che sia istituito uno Stato di polizia.

Foto: Facial Recognition technology in use. (Baidu)