Seleziona Pagina

Stena, forze speciali si calano dalla corda

Il video dei Pasdaran mostra commandos iraniani impadronorsi della petroliera britannica Stena Impero. Il filmato dimostrerebbe che il sequestro della petroliera sarebbe stato un blitz pianificato in precedenza e successivamente anche filmato per essere poi documentato. Il video è stato pubblicato dalle autorità di Teheran. Si vedono degli uomini in mimetica e con i volti coperti calarsi da un elicottero. Il ministro degli Esteri britannico Jeremy Hunt ha telefonato all’omologo iraniano Javad Zarif, esprimendo «estremo disappunto» da parte di Londra. Il governo britannico ha minacciato «serie conseguenze» e risposte «ponderate ma forti» se la nave e i 23 membri dell’equipaggio non veranno rilasciati. Londra ha affermato che al momento «non considera opzioni militari ma cerca una via diplomatica per risolvere la crisi». L’Iran intanto ha aperto un’inchiesta sulla petroliera Stena Impero. Nel Regno Unito è polemica perché il governo di Londra è accusato di non aver saputo proteggere la sicurezza della petroliera.

La Stena era stata accerchiata da alcune imbarcazioni delle Guardie Rivoluzionarie e da un elicottero, come aveva riferito il Ministro degli Esteri di Londra Jeremy Hunt. È stata accusata di aver spento il localizzatore GPS e di aver violato le norme marittime. Secondo la versione ufficiale iraniana, la nave avrebbe attraversato le acque dello Stretto dalla parte sbagliata e avrebbe ignorato gli avvertimenti. Il sequestro della Stena è avvenuto a distanza di poco tempo da un altro sequestro, quello di una petroliera iraniana a Gibilterra. La nave era stata fermata con l’accusa di trasportare illegalmente petrolio verso la Siria, risulta ancora bloccata e il suo sequestro è stato rinnovato da poco.