Seleziona Pagina

Aereo ucraino abbattuto dall’Iran, un nuovo video

L’aereo ucraino abbattuto in Iran è stato colpito da due missili lanciati a 23 secondi di distanza l’uno dall’altro. È quanto emerge da un video analizzato dal New York Times. Il giornale di New York  ha verificato i filmati delle camere di sicurezza che mostrano, per la prima volta, che due missili iraniani hanno abbattuto il volo 752 della compagnia Ukraine International Airlines precipitato l’8 gennaio a pochi minuti dal decollo dall’aeroporto di Teheran. Secondo il quotidiano, i missili sono stati lanciati da un sito militare iraniano a una distanza di circa otto miglia (12 chilometri) dall’aereo. Nessuno dei due missili ha immediatamente abbattuto il velivolo. Il filmato mostra l’aereo in fiamme che inverte la rotta in direzione dell’aeroporto internazionale di Teheran. Dopo pochi minuti il boeing esplode e precipita, mancando di poco il villaggio di Khalaj Abad.

Una precedente indagine del New York Times aveva confermato ciò che l’Iran successivamente ha ammesso: un missile iraniano ha colpito il boeing per errore scambiandolo per un velivolo nemico. Il video mostrerebbe e renderebbe anche evidente il motivo per cui il transponder del velivolo ha smesso di funzionare. Un primo attacco avrebbe disattivato il transponder prima del secondo attacco, arrivato 23 secondi dopo. La magistratura in Iran ha annunciato in una conferenza stampa andata in onda in tv che ci sono stati i primi arresti per l’abbattimento dell’aereo passeggeri ucraino, sul quale viaggiavano 176 persone in maggioranza iraniane con doppio passaporto, tutte morte.

Il traffico aereo dell’aeroporto internazionale di Teheran la mattina dell’8 gennaio era regolare. Almeno 19 voli sono decollati nelle ore successive all’attacco lanciato dall’Iran contro le basi in Iraq conseguenti alla morte del generale Soleimani.