Il 24enne algerino Mohamed Hichem M, unico sospettato per aver fatto esplodere un pacco bomba venerdì 24 maggio a Lione (centro-est della Francia), questa mattina al termine dell’ennesimo serrato interrogatorio, ha ammesso agli investigatori francesi della “Sous-direction antiterroriste” (Sdat) di aver confezionato il pacco bomba. Non solo, Mohamed Hichem ha anche confessato di aver giurato, negli scorsi mesi, la propria fedeltà allo Stato Islamico (Isis) . Gli inquirenti francesi fin da subito non avevano avuto alcun dubbio su di lui. Lo avevano riconosciuto attraverso i sistemi di videosorveglianza dei comuni di Lione e Oullins, dove il 24enne abita. Nel frattempo, nella casa di famiglia di Oullins gli investigatori francesi hanno trovato “numerosi elementi che potrebbero provare l’utilizzo del TATP”. Altro aspetto, emerso dall’analisi delle apparecchiature informatiche sequestrate nella casa, la perquisizione “ha evidenziato la ricerca su Internet relativa alla jihad e alla fabbricazione di dispositivi esplosivi”.

Lione attentatore Mohamed Hichem M
Mohamed Hichem M